“L’Italia dei vecchi non capisce il Nord Africa”

“L’Italia dei vecchi non capisce il Nord Africa”. Il quotidiano L’Unità organizza un forum in redazione sulle rivolte che scuotono il Nord Africa, l’89 arabo, e i silenzi della società italiana.Per le Acli, c’è il vicepresidente nazionale Michele Consiglio, che commenta così la rivolta dei giovani arabi: ”Ha spiazzato un Paese di vecchi, come è l’Italia, un Paese di vecchi non solo in età anagrafica ma nel modo di pensare, di guardare al mondo globalizzato, un Paese che ha visto crescere nella sponda Sud del Mediterraneo, rivoluzioni giovani fatte da giovani. E questo ha messo in crisi categorie culturali, prim’ancora che politiche, con le quali si analizzava ciò che accadeva nel Maghreb, in Medio Oriente…”.

Quello che accade è un’opportunità da cogliere e non un pericolo contro cui alzare muri di ostilità e di diffidenza, fisici e mentali. dice ancora Michele Consiglio: “Siamo di fronte a rivoluzioni ‘laiche’, non fondamentaliste, che tengono insieme ‘pancia’ e mente, pane e diritti. In quelle piazze non sono state bruciate bandiere americane o israeliane, e anche questo è un segnale di straordinaria rilevanza che non è colto appieno nel nostro Paese”.(Leggi il reconto del forum pubblicato sul sito e sul giornale in edicola. Guarda la video intervista)

“L’Italia dei vecchi non capisce il Nord Africa”
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR