L’Italia sono anch’io: Oltre 200mila firme per i diritti di cittadinanza

109.268 firme raccolte per concedere la cittadinanza ai figli degli immigrati che nascono in Italia (da almeno un genitore legalmente residente da 1 anno). 106.329 firme per estendere il diritto di volto nelle elezioni amministrative agli stranieri residenti da almeno 5 anni. In tutto, oltre 200mila firme per i diritti di cittadinanza consegnate questa mattina alla Camera dei Deputati. Sono i risultati conclusivi della campagna “L’Italia sono anch’io” promossa dalle Acli con altre 18 organizzazioni della società civile.  Per Antonio Russo, responsabile Immigrazione delle Acli, si tratta di «un risultato straordinario, al di là delle aspettative, ottenuto grazie a una grande mobilitazione delle organizzazioni coinvolte e di tanti cittadini e volontari». «Una campagna culturale che ha tentato di raccontare agli italiani la vera storia dell’immigrazione. Una storia fatta di ricchezza, di capacità di migliorare questo paese, di descrivere un nuovo perimetro del diritto di cittadinanza, non più chiuso dentro il diritto di sangue ma allargato allo ius soli, sulla base di un’etica pubblica condivisa che coinvolge tutti i cittadini di un paese».«La battaglia non è conclusa – aggiunge Russo – Ci sposteremo adesso in Parlamento per chiedere di calendarizzare la discussione su queste due proposte di legge di iniziativa popolare. Ci sono i tempi e le condizioni, in questa legislatura, per cambiare una legge sulla cittadinanza ormai obsoleta. Una legge da cambiare con lo sguardo rivolto al futuro».

L’Italia sono anch’io: Oltre 200mila firme per i diritti di cittadinanza
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR