L’Italia sono anch’io: “Una campagna di civiltà”

Il 2 settembre scorso, con il deposito in Cassazione dei due progetti di legge di iniziativa popolare ha preso ufficialmente il via la  campagna L’Italia sono anch’io promossa e sostenuta da 19 tra enti e associazioni della società civile e tra esse un nutrito e significativo gruppo di associazioni di ispirazione cattolica. Radio Vaticana non così mancato di intervistare Antonio Russo, responsabile immigrazione delle Acli su questa importante iniziativa.

Alle domande di Fabio Colagrande di RV, Russo ha risposto illustrando gli obiettivi dei due progetti di legge: l’uno teso a riformare l’attuale legislazione sulla cittadinanza con particolare riguardo a qui 600 mila bambini e ragazzi che, magari nati in Italia e cittadini italiani di fatto a tutti gli effetti, non lo sono e non lo possono essere di diritto. L’altro progetto di legge mira invece a  riconoscere agli stranieri regolarmente soggiornanti in Italia da almeno cinque anni il diritto di votare ed essere votati alle elezioni amministrative.Russo ha però sottolineato con forza che non si tratta solo di una campagna di riforma legislativa che mira a emendare una legislazione che emargina e crea irregolarità, ma di una campagna culturale e di civiltà. Si tratta infatti di recuperare il ritardo culturale del nostro Paese sulle tematiche dell’immigrazione: gli stranieri che vengono nel nostro Paese non sono un problema ma soprattutto una ricchezza. La campagna vuole promuovere un costruttivo confronto tra culture diverse e superare i ghetti culturali nei quali sono condannati coloro che provengono da esperienze diverse dalle nostre.Ma si tratta anche di una campagna di civiltà perché – ha detto Russo – “non è civile un paese che esclude”. Tutto questo – ha ricordato il responsabile area Immigrazione delle Acli – è in sintonia con quanto già elaborato in seno alla dottrina sociale della Chiesa e in linea con quanto emerso dall’ultima edizione delle Settimane sociali della Chiesa tenutasi a Reggio Calabria nell’ottobre dello scorso anno.L’intervista si può ascoltare sul sito di RV  (a partire dal minuto 12,56)

L’Italia sono anch’io: “Una campagna di civiltà”
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR