Martini: Olivero, “Il padre di un’intera generazione”

«Uomo del dialogo. Maestro esigente e generoso». L’invito alle Acli: “Guardate con fiducia al futuro”C’è «grande dolore per la perdita di un padre, ma insieme serenità per la certezza che si è compiuta una vita ricca di amore, fede e speranza». Così il presidente nazionale delle Acli, Andrea Olivero, commenta la notizia della morte del cardinale Carlo Maria Martini, arcivescovo emerito di Milano.«Il Card. Martini è stato il padre spirituale di un’intera generazione di cattolici, che hanno visto in lui il rigore della fede vissuta secondo il Vangelo e l’amore per il prossimo che accoglie, abbraccia, perdona. Non cesseremo di leggere i tanti suoi scritti e di ascoltare le sue riflessioni in cui ci esorta ad appassionarci allo studio della Parola, unica via per una vita che sia insieme contemplazione e servizio».«Lo ricorderemo – continua Olivero – come uomo di dialogo, con i fratelli non credenti e di altre fedi (la sua “Cattedra dei non credenti” rimane una pietra miliare della Chiesa del Concilio) e con le Chiese e confessioni cristiane, in un autentico percorso ecumenico. Ma, ancor più, come maestro esigente ed insieme generoso per tutti i cristiani impegnati nel mondo. “La Chiesa non ha altro modo di essere nella società: la sua ambizione è di servire, a partire dagli ultimi” ci ha detto in tante occasioni, invitandoci a “mettersi alla scuola dei poveri, dei più poveri, stare con loro, condividere il più possibile con loro”».Il presidente delle Acli ricorda infine l’invito che il cardinale rivolse all’associazione verso la fine del suo mandato: “Siate visibili e guardate con fiducia al futuro perché voi potete essere il tramite tra la Fede e la sua concretezza”. «Un impegno che tentiamo di onorare ogni giorno, con i nostri limiti, nelle azioni e nelle parole».

Martini: Olivero, “Il padre di un’intera generazione”
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR