Mestre: Giornata contro la violenza sulle donne, insulti ai Giovani delle Acli

I Giovani delle Acli di Venezia hanno dovuto rinunciare a partecipare nel pomeriggio del 25 novembre ad una manifestazione in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne a causa dell’indifferenza e dei numerosi insulti pervenuti da alcuni cittadini di Mestre.
“Abbiamo allestito un gazebo in piazza Ferretto – commenta il segretario provinciale dei Giovani delle Acli, Andrea Selva Volpi – dal quale distribuivamo volantini e braccialetti fluorescenti chiedendo ai cittadini di indossarli in segno di solidarietà. L’unica cosa che abbiamo ricevuto sono stati indifferenza e pesanti insulti alle ragazze del gruppo tanto che abbiamo deciso di abbandonare la piazza e tornarcene a casa. Quello che più fa riflettere sono i commenti negativi di molte donne le quali, perlomeno dovrebbero essere solidali con una simile iniziativa”.
Nella stessa giornata, come riportano le cronache locali, la votazione in consiglio municipale di un ordine del giorno contro la violenza sulle donne, aveva prodotto una piccola bagarre e alcune proteste per la posizione assunta da un consigliere municipale, unico ad esprimere voto contrario.
“I Giovani delle Acli – conclude il segretario Volpi – continueranno comunque a distribuire il proprio materiale informativo e ad organizzare iniziative per sensibilizzare i cittadini su questa piaga sociale. Chiediamo agli amministratori di intraprendere iniziative di informazione sul problema“.

Mestre: Giornata contro la violenza sulle donne, insulti ai Giovani delle Acli
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR