Milano: Reading “La fabbrica”

Mercoledì 7 maggio, le Acli di Milano in collaborazione con il circolo Acli Gallaratese-Trenno, propongono il pomeriggio di lettura “La fabbrica” per riscoprire i luoghi che “un giorno, solo apparentemente senza motivo, scompaiono alla nostra vista, e con essi le persone che li abitavano, e le parole che li raccontavano. La fabbrica è uno di questi”.

Durante il pomeriggio saranno letti i brani Il sangue della cipolla di Christos Ikonomou, La produzione di un amore di Marta De Cinti e Il caporeparto di Antonio Pennacchi, racconto sulla Fulgorcavi di Latina dove l’autore ha lavorato per molto tempo come operaio notturno.

Christos Ikonomou è invece un giornalista e scrittore ateniese, che ha raccontato la crisi greca in un libro di sedici racconti che ha tutto nel titolo: Qualcosa capiterà, vedrai, ambientati nel quartiere operaio di Nikea. Nei racconti l’autore invita a mantenere il coraggio di non perdere la capacità di sognare e di restare vivi. 

Marta De Cinti collabora con la rivista Grazia da molti anni; lavora come responsabile delle attività web di una fondazione politica. Nel suo racconto ricorda il ruolo delle donne nel lavoro manuale.

Le tre letture saranno accompagnate da tre brani musicali, riarrangiati in versione acustica: Si viene e si va di Ligabue, Vincenzina e la fabbrica di Enzo Jannacci e La locomotiva di Francesco Guccini.

L’appuntamento è alle 18.30, Auditorium Clerici via della Signora 3 a Milano, promuove una reading di brani di Christos Ikonomou, Marta De Cinti e Antonio Pennacchi.

Milano: Reading “La fabbrica”
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR