Morire di democrazia

Dopo la crisi dell’euro e le proteste popolari contro le politiche europee nei maggiori Paesi debitori, il deficit di democrazia è diventato un argomento imbattibile.
Questa tesi del deficit di democrazia contiene però una premessa discutibile, fondata sulla convinzione che le democrazie nazionali, se non fossero state dimezzate dai meccanismi di Bruxelles, avrebbero evitato la crisi o avrebbero saputo affrontarla con maggiore efficacia.
Per Sergio Romano, invece, i maggiori mali di cui l’Europa soffre in questo momento, sono dovuti al pessimo funzionamento delle democrazie nazionali.
Ai detrattori dell’Euro bisogna ricordare che la moneta unica, se accompagnata dalla riforma del mercato del lavoro e da una forte attenzione ai problemi della produttività, ha generato un tasso di crescita superiore alla media europea.
L’intenzione del libro è dimostrare che la democrazia nazionale, nella sua forma tradizionale, è virtualmente fallita.

 
Romano SergioMorire di democrazia. Tra derive autoritarie e populismoLonganesiMilano, 2013

Morire di democrazia
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR