Mutuo abitazione: ampliamento non detraibile

È possibile portare in detrazione il mutuo stipulato per finanziare l’ampliamento dell’abitazione principale?

A nostro avviso la risposta è no. Di norma si detraggono gli interessi relativi ai mutui ipotecari per la costruzione o la ristrutturazione dell’abitazione principale. Per “costruzione” si intende ovviamente una costruzione ex novo, cioè da zero; viceversa per “ristrutturazione” si intende un intervento di conservazione/restauro/miglioramento/recupero effettuato su parti già esistenti (per la compilazione del Modello 730/2017 è attivo da quest’anno il nuovo servizio di CAF ACLI Il730Online). L’ampliamento è quindi un caso diverso, tant’è vero che i lavori per l’ampliamento di un immobile esistente non rientrano nemmeno nel bonus 50% sulle ristrutturazioni. In pratica non si sta né costruendo né ristrutturando, si sta piuttosto alterando la natura di un immobile che sarà diverso da com’è adesso. Di conseguenza è un caso che non rientra fra quelli fiscalmente agevolati.

Per informazioni: www.caf.acli.it

Mutuo abitazione: ampliamento non detraibile
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.954
Fonte UNHCR