Napoli: Alle amministrative votano gli stranieri

All’interno della campagna “L’Italia sono anch’io” promossa anche dalle Acli, 243 immigrati hanno votato a Napoli per scegliere il governatore della regione. La campagna si propone di dare il diritto di voto alle amministrative anche agli immigrati residenti in Italia regolarmente da almeno 5 anni.

I seggi simbolici, aperti dalle 14.00 alle 20.00, sono stati allestiti all’interno della sede delle Acli di Napoli in via del Fiumicello 7.

Gli immigrati hanno espressi 144 voti validi alle liste e 216 voti validi ai candidati presidente. La lista più votata è stata quella di Sinistra, ecologia e libertà con il 37,5% delle preferenze, seguita dal 31% del Partito democratico, Forza Italia con il 19% dei voti e Movimento 5 stelle e Lista De Luca presidente, entrambe con il 6% dei voti.

“Al di là del risultato – hanno commentato le Acli di Napoli – la partecipazione dimostrata nei confronti della politica e del futuro della Campania da persone in questo momento escluse dal voto evidenzia l’urgenza della rappresentanza per le migliaia di cittadini stranieri residenti nelle nostre città”.

All’iniziativa erano tra l’altro presenti Luigi De Magistris, sindaco di Napoli, Antonio Russo, responsabile nazionale Acli per la campagna “L’Italia sono anch’io”, padre Alex Zanotelli, Federico Libertino, Segretario generale Camera del Lavoro di Napoli, ed il responsabile Immigrazione Cgil Campania Jamal Qaddorah.

Napoli: Alle amministrative votano gli stranieri
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR