Napoli: il XXV Congresso provinciale, per rilanciare lo sviluppo del territorio

Partirà con una visita al centro storico della città (venerdì 26, h.10) il XXV congresso Provinciale delle Acli di Napoli in cui verrà eletto, sabato 27, il nuovo Consiglio provinciale.
Significativa la scelta di “Pane e Speranza. Associazionismo, Ben/Essere, Mezzogiorno” come titolo del congresso, che evoca un rinnovato sviluppo della rete sociale attiva nel territorio e quella della location, conforme alla volontà di riscatto del centro storico della città, proprio una delle condizioni necessarie a sviluppare le buone pratiche di cittadinanza attiva. Ed è solo grazie alle buone pratiche sul territorio, infine, che è possibile risollevarsi da una situazione di crisi come quella attuale, acuita in Campania da problematiche specifiche della regione.

Attesi gli interventi del Presidente della Regione, Stefano Caldoro, del Sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino, del Presidente nazionale Acli, Andrea Olivero e dei rappresentanti dell’associazionismo attivo e della cultura, partenopeo e regionale, ma non solo: saranno presenti, infatti, dal Forum campano del III settore e ai Csv regionale, dal rettore dell’Università Federico II, al Parlamento Europeo – con il suo vice Presidente Gianni Pittella. Le Acli napoletane annoverano circa 25mila soci nei 60 circoli territoriali della città e nelle numerose altre forme associative acliste.
 
 

Napoli: il XXV Congresso provinciale, per rilanciare lo sviluppo del territorio
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR