Acli: pieno sostegno e collaborazione con Napolitano

Bottalico, presidente Acli, su decisioni Capo dello Stato.
E per il Quirinale serve un’ampia intesa fra le forze politiche

«La decisione annunciata oggi dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano di portare al termine della scadenza naturale il suo mandato e di costituire due gruppi ristretti di orientamenti politici diversi, per un lavoro programmatico finalizzato a sbloccare lo stallo politico e istituzionale venutosi a creare dopo il voto, è di quelle che lasciano il segno a suggello di un settennato straordinario all’insegna della saggezza e della costante ricerca dell’interesse nazionale». Lo afferma Gianni Bottalico, presidente nazionale delle Acli.

«Le Acli non lasceranno mancare il loro pieno sostegno e la loro convinta collaborazione alle scelte del Capo dello Stato volte a ricercare risposte alla gravità della situazione economica e sociale del Paese», prosegue Bottalico.

«Esprimiamo piena convergenza sulla necessità posta da Napolitano alle forze politiche di “ripartire dalla condivisione sui temi economici ed istituzionali” e sull’esigenza che da parte di tutti i soggetti politici vi sia “piena consapevolezza della gravità e urgenza dei problemi del paese e quindi un accentuato senso di responsabilità” che consenta la formazione di un governo in tempi ragionevoli, non riproponendo logiche né della scorsa campagna elettorale, né di quella che alcuni irresponsabilmente vorrebbero assai prossima.

Condividiamo altresì – conclude Bottalico – l’auspicio di Napolitano che la scadenza ormai ravvicinata dell’elezione del nuovo Capo dello Stato sia il frutto di un’ampia intesa tra le forze politiche».

Acli: pieno sostegno e collaborazione con Napolitano
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR