Nuoro: Al via “Liberi nello sport” con i detenuti

Si aprirà ufficialmente il 12 ottobre alle 15.00 la terza edizione del torneo “Liberi nello sport” realizzato dall’associazione dilettantistica Olimpiakos affiliata all’Usacli di Nuoro insieme alla direzione del carcere Badu ‘carros.Il progetto, lanciato per la prima volta a novembre 2010, prevede un torneo di calcio a sette aperto a 10 squadre della città di Nuoro e a due rappresentative di detenuti, una composta da carcerati di Alta sicurezza e l’altra da detenuti comuni. Le partite si svolgeranno da ottobre a dicembre con un arbitro esterno e saranno disputate su due campi: il campo in terra battuta della casa circondariale e l’erba sintetica della chiesa Beata Maria Gabriella. Come ogni anno, però, la finale si giocherà a dicembre all’interno di Badu ‘carros per permettere ai detenuti di assistere. In tutto, il progetto coinvolge 110 atleti esterni, 12 detenuti comuni e 16 reclusi di alta sicurezza che giocheranno 24 partite fra andata e ritorno. Insieme al torneo vero e proprio, il progetto prevede anche la preparazione atletica individuale e della squadra da parte di un tecnico dell’Usacli. Rispetto alle precedenti edizioni, quest’anno è prevista una novità: “Coinvolgeremo i detenuti non solo nelle attività sportive – spiega Salvatore Rosa, dirigente dell’Olimpiakos e responsabile Usacli di Nuoro per l’iniziativa – ma anche nella redazione di un bollettino di cronaca sportiva che sarà pubblicato con foto, articoli e vignette una volta a settimana”. Insieme al torneo di calcio riservato ai reclusi, quest’anno ripartirà, dopo un anno di interruzione, anche il corso di ginnastica di mantenimento per le detenute e che si concluderà con un saggio.

Nuoro: Al via “Liberi nello sport” con i detenuti
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR