Padova: Celebrazioni per il 1° maggio

Con la loro presenza alla festa del primo maggio le Acli di Padova esprimono solidarietà con i lavoratori che hanno perso il lavoro e chiedono al Governo una riforma del mercato del lavoro che garantisca a tutti più tutele e diritti.
Gli attori sociali svolgono un ruolo fondamentale per il raggiungimento di una progressiva civilizzazione dell’economia e nell’ampliamento della partecipazione democratica. Lo sostiene l’enciclica sociale di Papa Benedetto XVI, lo ricordano a gran voce le Acli di Padova in occasione della ricorrenza del 1° Maggio che le Associazioni cristiane dei lavoratori italiani festeggeranno in Piazza dei Signori a Padova.
‘La nostra – dicono le Acli padovane – sarà una presenza significativa per ricordare che al centro dell’azione sociale delle Acli c’è il tema del lavoro e che oggi come mai è necessario mettersi dalla parte di chi il lavoro non ce l’ha o l’ha perso’.

Con la loro presenza le Acli vogliono essere solidali con chi ha perso il lavoro e con i lavoratori meno tutelati che ancora prima essere difesi chiedono di poter ‘contare’, spingere il Governo e le forze politiche a promuovere una grande riforma in grado di rimettere al centro il lavoro e favorire l’occupazione, chiedere che siano garantiti a tutti i lavoratori alcuni diritti fondamentali quali: la sicurezza, la salute, una remunerazione adeguata, una formazione permanente, e alcune tutele essenziali come la progressiva stabilità lavorativa, l’allargamento degli ammortizzatori sociali, una pensione dignitosa.
Durante la mattinata le Acli provincilai raccoglieranno raccolte le firme a sostegno della petizione ‘Verso uno statuto dei lavori, lanciata a Roma il 7 ottobre 2009. Alle 12 don Marco Cagol celebrerà la Santa messa con le Acli presso la Chiesa di san Clemente.
In preparazione alla festa del lavoro le Acli Padova, in collaborazione con la commissione Nuovi stili di vita e la pastorale Sociale del lavoro della diocesi di Padova, promuovono per il 29 aprile (ore 20.45 presso la Cappellania del culturale Zip) il seminario di studio ‘I green jobs che battono la crisi’ sui nuovi lavori ‘verdi’ che potrebbero portare (fonte Iefe Università Bocconi) 250.000 posti di lavoro entro il 2020.
Intervengono: l’assessore al Lavoro e all’ambiente Alessandro Zan, Arturo Lorenzoni docente all’Università di Padova di Economia delle fonti di energia e Marco Pigni, direttore generale Aper – associazione produttori di energia da fonti rinnovabili.

Padova: Celebrazioni per il 1° maggio
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR