Papa Francesco – L’affetto delle Acli Milano

Le Acli milanesi salutano commosse l’elezione a vescovo di Roma e Pastore della Chiesa universale del card. Jorge Mario Bergoglio. “Il nuovo Papa – scrivono le Acli Milano – porta nel suo bagaglio, che da oggi offre alla Chiesa e al mondo intero, quattro caratteristiche fondamentali. Egli è discendente di emigrati italiani in Argentina, e quindi ha in sé la memoria del dolore e della volontà di riscatto di tutti coloro che debbono lasciare il loro Paese spinti dal bisogno o dalla violenza. E’ il primo figlio del Continente americano a salire sul Soglio pontificio, segno dell’universalità della Chiesa e della vivacità del cattolicesimo nell’emisfero sud del mondo, luogo di immense miserie e di altrettanto immense risorse intellettuali e spirituali. E’ il primo religioso della Compagnia di Gesù a diventare Papa, portando con sé la tradizione spirituale e la fattiva operosità ignaziane, che furono anche dell’indimenticabile card. Carlo Maria Martini. E’, infine, il primo dei pontefici ad assumere il nome di Francesco, che è quello del più amato fra i santi cristiani, il fraticello umile e mite che alla Chiesa addita il cammino di madonna Povertà. Nell’anno della fede, nella memoria giubilare del Concilio Vaticano II, le Acli milanesi offrono a papa Francesco la loro devozione e il loro affetto, e sono pronte a mettersi con lui alla sequela di Cristo negli impervi cammini dell’umanità contemporanea”.

Papa Francesco – L’affetto delle Acli Milano
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR