Papa – La commozione delle Acli Svizzera

“Le dimissioni del Santo Padre Benedetto XVI dal suo mandato di successore di Pietro, pur suscitando forte emozione non solo nel mondo cristiano, dimostrano ancora una volta la straordinaria onestà intellettuale e il grande amore per la Chiesa” così hanno commentato le Acli nazionali della Svizzera la notizia delle dimissioni di Benedetto XVI.
Le Acli Svizzera hanno poi ricordato le virtù che hanno caratterizzato il suo pontificato: “lo spirito di servizio, l’umiltà evangelica che è pari alla sua grandezza di teologo e di difensore della Fede e della Carità, il continuo invito alla Speranza”.
“Riteniamo – hanno aggiunto le Acli Svizzera – che sia proprio questo uno dei motivi di fondo della decisione di Papa Benedetto: la profetica visione di una Chiesa sul cammino della Speranza, prima di tutto nella potenza dello Spirito che ‘aleggia sulle acque’ e poi nella volontà degli uomini ‘che Dio ama’ e che operano alla luce dell’ Amore dello Spirito”.
Il gesto del Pontefice, hanno detto ancora le Acli Svizzera, è un esempio per il nostro tempo “in cui l’uomo, preso da delirio di potenza, nel suo profondo individualismo, non riesce più a cogliere i suoi limiti e la sua fragilità, sui quali solo la potenza di ‘Colui che dà forza’ può agire trasformandolo”.
Le Acli della Svizzera ritengono che il gesto del Papa sia un ulteriore riconoscimento della vita che,dopo essere stata spesa per gli altri, debba essere rivolta con serenità all’attesa di Colui “che allieta la giovinezza” del cuore dell’anziano: un ulteriore grande insegnamento che ci lascia il Santo Padre, al quale le Acli della Svizzera esprimono assoluto rispetto e profondissimo amore.

Papa – La commozione delle Acli Svizzera
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR