Parlamento europeo. Plenaria di marzo e agenda

Cos’è successo durante la seduta plenaria che si è tenuta dal 9 al 12 marzo a Strasburgo?
Presente Re Abdullah II di Giordania, che è intervenuto sulla lotta al terrorismo islamico, i deputati hanno votato per porre un tetto alle commissioni delle carta di pagamento e hanno valutato gli avanzamenti dei paesi candidati all’adesione dell’Unione europea. Il Parlamento ha inoltre discusso l’omicidio del politico dell’opposizione russa Boris Nemtsov e ha chiesto un maggiore impegno per colmare il divario retributivo tra uomini e donne.

Secondo quanto riportato dall’Ufficio di informazione in Italia del Parlamento Europeo, il re Abdullah II di Giordania ha invitato i musulmani ad unirsi alla lotta contro il cosiddetto Stato islamico nel corso di un discorso al Parlamento europeo il 10 marzo. Il monarca ha detto che gli atti dei terroristi vanno contro i valori islamici fondamentali come la misericordia, la pace e la tolleranza. “I musulmani di tutto il mondo sono il più grande obiettivo dei terroristi” ha detto. “Non permetteremo loro di utilizzare la nostra fede“.

Nonostante i progressi su alcune questioni di disuguaglianza di genere, molto resta da fare per ridurre il divario retributivo e rimuovere il cosiddetto “soffitto di cristallo” per le donne, i deputati hanno votato in una risoluzione in occasione della Giornata internazionale delle donne.

Le commissioni che le banche addebitano ai rivenditori quando accettano pagamenti con carta saranno sottoposte a massimali, grazie a nuove regole valide in tutta l’Ue approvate dal Parlamento martedì. Il limite si applicherà ai pagamenti sia transfrontalieri sia nazionali e dovrebbe risultare in costi minori per gli utilizzatori di carte di debito e di credito.

Molti deputati hanno chiesto maggiore solidarietà e iniziative concrete da parte della Commissione europea per aiutare gli autotrasportatori colpiti dalle restrizioni russe per i prodotti alimentari importati dall’Ue.

I paesi dei Balcani occidentali vorrebbero aderire all’Ue. Ma i dati dimostrano che devono ancora lottare per superare la crisi economica, sradicare la corruzione e garantire la libertà della stampa. I deputati hanno discusso il 10 marzo le relazioni annuali sullo stato di avanzamento del Montenegro, l’ex Repubblica jugoslava di Macedonia e la Serbia per l’adesione all’Ue e l’integrazione del Kosovo.

Nella risoluzione approvata mercoledì, il Parlamento chiede ulteriori sforzi nel contrasto agli abusi sessuali online sui minori, nel perseguire i colpevoli, nel proteggere le vittime e per rimuovere i contenuti illegali da internet. La riforma sulla protezione dei dati, in corso di discussione, dovrebbe includere anche delle modifiche atte a tutelare meglio i diritti dei minori online. Oltre l’80% delle vittime ha meno di 10 anni.

I deputati hanno invitato il Consiglio europeo che si riunirà il 19-20 marzo, a rendere il mercato dell’energia europea più indipendente e competitivo, rimanendo uniti nei confronti della Russia, e considerano il modo di prestare maggiore sostegno economico all’Ucraina.

Il Parlamento ha discusso l’aumento preoccupante di antisemitismo, islamofobia e l’estremismo violento nell’Unione europea con il commissario Johannes Hahn.

I deputati hanno avvertito che il 43% dei giovani lavorano in condizioni precarie, come ad esempio i contratti part-time o come falsi lavoratori autonomi e hanno richiesto uno sforzo maggiore per creare posti di lavoro con più garanzie.

Questa settimana (16-22 marzo) al Parlamento europeo: Ucraina, Ttip e politica di vicinato

Questa settimana i deputati voteranno gli aiuti destinati all’Ucraina e discuteranno l’accordo commerciale di libero scambio Ue-Usa. Le delegazioni del Parlamento europeo visiteranno Washington ed Erevan per discutere la protezione dei dati con i rappresentanti degli Stati Uniti e le relazioni tra l’Unione europea ed i suoi vicini orientali.

Giovedì, la commissione per il Commercio internazionale vota il pacchetto da 1,8 miliardi di euro per l’assistenza macrofinanziaria all’Ucraina, il più grande mai destinati ad un un paese fuori dall’Ue.
Un anno dopo l’effettiva annessione della Crimea da parte della Russia, i deputati della commissione per la Sicurezza e la difesa (Sede) si confronteranno sulla situazione in Ucraina.

Gli stessi deputati discuteranno lunedì le strategie di difesa on line con i rappresentanti dell‘Agenzia europea per la sicurezza delle reti e dell’informazione, il servizio europeo per l’azione esterna e l‘Agenzia europea per la difesa.

Martedì, i deputati dalla commissione per il Mercato interno voteranno la e-Call, un sistema di chiamata automatica di emergenza per le automobili.

Mercoledì, la commissione per il Commercio internazionale e il commissario al Commercio Cecilia Malmström discuteranno la protezione degli investimenti e la risoluzione delle controversie tra investitore e Stato proposte all’interno dell’accordo commerciale di libero scambio Ue-Usa (Ttip).

I deputati europei e nazionali provenienti da Armenia, Azerbaigian, Georgia, Moldavia e Ucraina discuteranno le relazioni tra Unione europea e il suo vicinato orientale durante l’Assemblea parlamentare Euronest a Erevan (Armenia) da lunedì a mercoledì.

La protezione dei dati, la sorveglianza di massa, la lotta al terrorismo e gli accordi Pnr, saranno discussi nel corso della settimana dai deputati e dai rappresentanti del Congresso degli Stati Uniti e del governo degli Stati Uniti a Washington.

Parlamento europeo. Plenaria di marzo e agenda
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR