Parolin: le felicitazioni delle Acli

Il messaggio di Bottalico al nuovo Segretario di Stato

 

“Mi permetto di presentarLe le più vive felicitazioni di tutti gli aclisti e mie personali per la Sua nomina alla guida della Segreteria di Stato della Santa Sede che fa di Lei il primo e più diretto collaboratore del Santo Padre Francesco”. Così scrive Gianni Bottalico, presidente nazionale delle Acli, in un messaggio di saluto al nuovo Segretario di stato mons. Pietro Parolin.

“In questo difficile momento – si legge nel messaggio – per la Chiesa e per il mondo, mentre in molti martoriati Paesi rullano i tamburi di guerra e molti cristiani debbono affrontare persecuzione e morte per il solo fatto di professare la loro fede, è più che mai necessario che la voce della Santa Sede sia intesa ad ogni livello come portatrice di un messaggio di pace e di fraternità per l'umanità intera.

Ciò sarà possibile anche attraverso il processo di riforma degli organismi di governo della Santa Sede annunciati da Papa Francesco che, nel solco maestoso del Concilio Vaticano II, rendano sempre più visibile il volto autentico della Chiesa come madre, come maestra, ma anche come compagna delle donne e degli uomini del nostro tempo fino ai confini di quelle “periferie esistenziali” che segnano nella povertà e nell'amarezza la vita di molte persone.

Le Acli – conclude il messaggio del presidente Acli al nuovo Segretario di Stato mons. Pietro Parolin – si pongono al servizio dell'opera riformatrice di Papa Francesco e anche all'Eccellenza Vostra ribadiscono pieno sostegno”.

Parolin: le felicitazioni delle Acli
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR