Pavia: Interrompere spesa per F35

Le Acli di Pavia si affiancano al loro pastore il vescovo mons. Giovanni Giudici nella “forte presa di posizione a favore di un ripensamento di un modello di sviluppo che, nemmeno in momenti di crisi, pone freno alle spese militari” ma invece prosegue. Mons Giudici, in un intervento del 5 gennaio 2012, aveva definito la spesa per gli F35 “follia dell’enorme costo dei 131 cacciabombardieri da 150 milioni di euro ciascuno” per “un investimento di oltre 15 miliardi”. Il vescovo, riportano le Acli, aveva poi aggiunto che “Sempre più palese è l’assurdità di produrre armi investendo enormi capitali mentre il grido dei popoli – interi popoli – ci raggiunge sempre più disperato”. “La presa di posizione di mons. Giudici – commentano le Acli pavesi – chiara, precisa, inequivocabile è ciò che serve a dare speranza a tutti quanti credono in un mondo basato su relazioni tra popoli fondate su collaborazione, integrazione e fraternità”.

Pavia: Interrompere spesa per F35
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR