Pensionati: Info per modelli Cud e Obism

Dal 2013 i modelli Cud e Obism sono solo online. A 18 milioni di pensionati non saranno più spediti a casa i modelli Cud e Obism, il certificato annuale della pensione. Sarà il pensionato stesso a doversi attivare per scaricarli e stamparli tramite il sito istituzionale dell’Inps o richiederli tramite canali alternativi. La misura è imposta dalla legge di stabilità 2013 la quale ha previsto che le Pubbliche amministrazioni utilizzino la modalità telematica per l’invio di comunicazioni e certificazioni al cittadino allo scopo di abbattere tempi e costi di consegna. Oltre a questo e altri canali, i cittadini possono ottenere i modelli Cud e Obism avvalendosi del servizio offerto dagli enti di patronato. Il servizio del Patronato Acli è gratuito ed è rivolto a tutti i pensionati e ai cittadini che hanno ricevuto nel 2012 prestazioni a sostegno del reddito quali la disoccupazione o la mobilità. Sono abilitati a rilasciare il modello Cud anche i centri di assistenza fiscale, come il Caf-Acli, presso i quali il pensionato si potrà rivolgere per le dichiarazioni dei redditi o fiscali. Tra le altre novità, quest’anno l’Inps ha elaborato un modello Cud unificato, che attesta in un’unica certificazione tutti i redditi derivanti da pensioni erogate dall’Inps stesso o dagli altri Enti previdenziali Inpdap, Ipost ed Enpals. Il certificato annuale della pensione:modello Obism Anche questo modello sarà reso disponibile solo per via telematica. Si tratta di un certificato utile per verificare la correttezza dell’importo della pensione in pagamento. In esso si trovano indicate tutte le informazioni riguardanti l’adeguamento dell’importo della pensione al costo della vita, la tassazione mensile applicata (trattenute Irpef, addizionali regionale e comunale) e le detrazioni fiscali riconosciute. Uno specifico riquadro riporta l’importo mensile spettante per l’anno in corso specificando gli eventuali benefici accessori  (trattamenti di famiglia, maggiorazioni sociali e incremento della maggiorazione al “milione”) e le diverse trattenute operate (le quote di pensione non cumulabili con redditi, l’eventuale contributo associativo, ecc.).   Online il modello Cud 2013 Inail Il lavoratore, a cui è stata corrisposta direttamente dall’Inail l’indennità economica giornaliera per un periodo di inabilità temporanea assoluta al lavoro, conseguente a infortunio o a malattia professionale in fase acuta, è tenuto a versare l’imposta fiscale per il reddito complessivamente percepito nell’anno. Dal 2013, anche l’Inail, come previsto dalla Legge di stabilità per tutte le Pubbliche amministrazioni, mette a disposizione la certificazione fiscale utilizzando il canale telematico ed eliminando, quindi, l’invio cartaceo. Il modello Cud, pertanto, può essere scaricato dai lavoratori interessati secondo le istruzioni pubblicate nel sito istituzionale dell’Inail. I lavoratori privi di un proprio indirizzo e-mail dovranno recarsi agli sportelli locali dell’Inail per farsi stampare il Cud. Per i lavoratori provvisti di indirizzo e-mail è invece possibile avvalersi dell’assistenza offerta dagli Enti di patronato. Presso gli sportelli del Patronato Acli è disponibile servizio gratuito di assistenza per il collegamento telematico e la stampa del modello Cud 2013 Inail.In allegato il volantino con le informazioni
Per maggiori informazioni: www.patronato.acli.it; www.caf.acli.it; www.fap-acli.it

Pensionati: Info per modelli Cud e Obism
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR