Pensione con contributi in Italia e all’estero

Il prossimo 5 gennaio compirò 61 anni. Al 31/12/2011 ho maturato 34 anni di contributi da dipendente in Italia. Tra il 1973 ed il 1975 ho lavorato 20 mesi in Gran Bretagna. È possibile utilizzare quei due anni per la mia pensione italiana? Come devo fare?Italia e Gran Bretagna appartengono all’Ue e, in materia previdenziale, applicano i regolamenti europei. Pertanto è possibile totalizzare i contributi italiani e quelli inglesi al fine di maturare il diritto a una pensione in convenzione. La totalizzazione è gratuita e non comporta trasferimento di contributi da un paese all’altro.

Ciascuno Stato erogherà una pensione al raggiungimento dei requisiti ivi previsti tenendo conto dei contributi presenti nell’altro Stato. L’importo della pensione sarà proporzionale ai contributi presenti nel singolo Stato rispetto al totale. Con i soli contributi italiani lei matura diritto alla pensione solo a dicembre 2012, quando raggiungerà la 1820° settimana di contribuzione. La decorrenza della pensione, sarà quindi il 1° gennaio 2014. Totalizzando i contributi lei matura i requisiti per una pensione di anzianità in convenzione nel corso del 2011: quota 96 (settembre), età minima 60 anni e contribuzione minima non inferiore a 35 anni. Pertanto potrebbe vedersi liquidare la pensione Inps dal prossimo 1° ottobre 2012.Per informazioni: www.patronato.acli.it

Pensione con contributi in Italia e all’estero
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR