Per una cultura dell’altro: nuovo dossier Caritas – Migrantes 2010

Siamo arrivati a 5 milioni di immigrati in Italia e sono 1 milione i bambini nati da cittadini stranieri nel nostro Paese.
Secondo il comitato di Presidenza Caritas-Migrantes, pregiudizi e chiusura sono di ostacolo alla convivenza ed è tempo di rendersi conto che integrazione e pari opportunità vanno di pari passo. L’auspicio è che vengano superate idee preconcette e si spiani la via ai nuovi cittadini con i quali l’Italia deve imparare a camminare verso il futuro: un orientamento suggerito sia dall’analisi sociale, sia da una cultura autenticamente evangelica.
Un compito alto della politica nel nostro Paese è quello di individuare una strada per riconoscere l’intreccio di doveri e di diritti.
Il 26 ottobre 2010 abbiamo partecipato alla presentazione a Roma e in contemporanea in tutte le regioni d’Italia del XX Rapporto sull’Immigrazione: Per una cultura dell’altro.


L’edizione 2010 rappresenta una ricorrenza speciale per i rapporti sull’Immigrazione Caritas-Migrantes, ricordata con la copertina che ripropone quella pubblicato nel 1991.
I 50 capitoli, articolati a diversi livelli (internazionale, nazionale e regionale), con il supporto della più ampia documentazione statistica e delle indagini sul campo, affrontano gli aspetti più rilevanti del fenomeno migratorio, da quelli socio-economici a quelli culturali e giuridici.Sono i flussi migratori e non i richiami della morale a ricordarci che l’accoglienza deve diventare una abilità politica dell’Italia contemporanea.

Per una cultura dell’altro: nuovo dossier Caritas – Migrantes 2010
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR