Perchè in Italia i problemi diventano questioni insolute?

Questione meridionale, questione femminile, questione giovanile.
La questione meridionale: “Dal Sud si riprende a emigrare come negli anni ’60” (titolo su il Messaggero, 10/07/2007).
Dal 2000 al 2009 583 mila persone hanno abbandonato il Mezzogiorno (Rapporto Svimez, 2011).
La questione femminile: “La donna lavoratrice ha gli stessi diritti e, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni che spettano al lavoratore. Le condizioni di lavoro devono consentire l’adempimento della sua essenziale funzione familiare e assicurare alla madre e al bambino una speciale adeguata protezione” (articolo 37 della Costituzione, 1948). Nel 2011, più di 800 mila donne sono state licenziate o messe in condizioni di dimettersi a causa di una gravidanza.
La questione giovanile: “la disoccupazione in Italia è eminentemente giovanile, e riguarda soprattutto le fasce a più alto livello d’istruzione” (da Prometeo al bivio, di A. Accornero, A. Ardigò, G. Bianchi, 1983).Ad aprile 2012, tra i 15-24enni le persone in cerca di lavoro sono 611 mila. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni è pari al 35,2% (Istat, Occupati e disoccupati).

Aris Accornero Achille Ardigò Giovanni Bianchi

Perchè in Italia i problemi diventano questioni insolute?
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR