Perugia: Il mondo è la mia casa

Una piazza colorata con bandiere di tutti i Paesi. Così le Acli di Perugia si immaginano l’integrazione degli stranieri in Italia. Ed è proprio lo sventolare delle bandiere che allieterà l’iniziativa “Il mondo è la mia casa” promosso per l’8 giugno dalle Acli perugine insieme alla pastorale Migrantes Perugia (piazza del Bacio – stazione di Fontivegge, ore 15.00). La manifestazione si inserisce nella campagna “L’italia sono anch’io” per la quale le Acli hanno raccolto numerose firme. L’obiettivo era quello di presentare due leggi di iniziativa popolare per il riconoscimento della cittadinanza ai figli di stranieri nati in Italia e per il diritto di voto agli immigrati. “L’assetto istituzionale del nuovo Parlamento – spiega Ladis Kumar Antony Xavier, presidente delle Acli Perugia –  e le scelte operate nel programma e nella formazione del nuovo governo esprimono una nuova sensibilità rispetto al tema dell’immigrazione. Tale clima ha trovato ulteriori conferme nell’incontro del 3 maggio tra il comitato promotore della campagna “L’Italia sono anch’io” e la presidente della Camera On. Laura Boldrini, che si è impegnata a sostenere il percorso parlamentare delle due proposte di legge. In questo quadro, il comitato nazionale invita a promuovere, proprio in occasione della festa della Repubblica, la Giornata nazionale per la cittadinanza, con iniziative ed eventi specifici, per rilanciare il comune impegno intorno ai temi della cittadinanza e per sostenere la ministra Kyenge in vista della realizzazione di una possibile riforma di legge”. Un esempio è l’evento organizzato dal Comune di Perugia: il 1° giugno 2013, 50 bambini stranieri, in rappresentanza di tutte le comunità presenti a Perugia, riceveranno dal sindaco Wladimiro Boccali, la cittadinanza onoraria.

Perugia: Il mondo è la mia casa
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR