Più fatti e meno demagogia

Intervista a tutto campo al presidente nazionale delle Acli, Andrea Olivero, sul quotidiano La Discussione. Dal monito del cardinale Bagnasco alla responsabilità della politica, dalla riforma del lavoro al Congresso nazionale delle Acli.”Le forze politiche debbono tornare ad essere protagoniste nella vita del Paese” ha detto Olivero. La stagione inaugurata dal governo Monti “offre finalmente alla politica l’occasione di liberarsi dalla demagogia del passato e dalle scorie di una contrapposizione sterile e pretestuosa”. Un “banco di prova” è rappresentato dalle proteste di queste ore sulle liberalizzazioni: “i partiti hanno la possibilità di esercitare il loro mandato fondamentale di rappresentanza ma anche di mediazione degli interessi di parte con gli interessi comuni”.”Ma c’è la questione della credibilità della politica” aggiunge il presidente delle Acli. “C’è soprattutto da restituire ai cittadini la possibilità di scegliere i propri rappresentnati”. Intorno all’obiettivo di cambiare la legge elettorale va costruita “la più grande alleanza possibile in Parlamento”.Per quanto riguarda delle Acli, l’appuntamento del Congresso rappresenta “una sfida riformista, verso l’interno dell’associazione e verso l’esterno”. “Dobbiamo essere esigenti con noi stessi per poter essere esigenti nei confronti della realtà che ci circonda”. 

Più fatti e meno demagogia
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR