Potenza: Contro la crisi ripartire dalle famiglie

6 maggio 2010 – Come dimostra l’indagine Acli-Caritas la crisi economica è divenuta sociale. Le Acli Potenza: ripartire dalle famiglie per invertire la rotta, potenziare i servizi socio-assistenziali e ridurre il prelievo fiscale sui nuclei a basso reddito.
 ‘La famiglia deve essere la priorità della nuova giunta regionale’. A dirlo è il presidente provinciale delle Acli Potenza, Gennaro Napodano, che sottolinea come il 2009 sia stato l’anno nero delle famiglie.

 
‘L’indagine sullo stato di salute delle famiglie italiane promossa dalle Acli e dalla Caritas – commenta Napodano – evidenzia che la crisi economica ha prodotto un impatto pesante sulle condizioni di vita delle famiglie, spingendo nettamente al ribasso le abitudini di consumo’.
  
‘Se più di una famiglia su tre è arrivata a risparmiare sui generi alimentari – sottolinea Napodano – è evidente che siamo al cospetto di una diffusa degenerazione della crisi, che da economica è diventata a tutti gli effetti sociale’. Secondo Napodano ‘lo stato delle famiglie rappresenta lo specchio fedele della condizione più generale del Paese ed è perciò dalle famiglie che occorre ripartire per invertire la rotta, investendo più risorse sul potenziamento dei servizi socio-assistenziali e riducendo il prelievo fiscale sui nuclei familiari numerosi e a basso reddito’. Per il presidente provinciale delle Acli ‘il governo regionale, nel perimetro delle sue non irrilevanti competenze in materia di welfare, è chiamato ad amplificare l’impegno in favore delle famiglie, portando a piena realizzazione la riforma del welfare regionale, in un’ottica di integrazione tra il settore pubblico e le migliori esperienze del privato sociale, come i punti famiglia fortemente voluti dalle Acli’. ‘Alle famiglie lucane – ha detto ancora Napodano – serve sì lo sconto sulla bolletta del gas, ma anche una più efficiente rete di ascolto e di servizi sociali in grado di leggere la dinamica dei bisogni e aiutare i nuclei familiari nel momento della difficoltà, anche alla luce del fatto che l’uscita dal tunnel della crisi sarà lenta e non indolore, come dimostrano le turbolenze finanziarie delle ultime settimane’.
 

Potenza: Contro la crisi ripartire dalle famiglie
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR