Potenza: Misure straordinarie contro danni da freddo

Infrastrutture agricole danneggiate, campi devastati, raccolti compromessi, capi di bestiame morti, allevatori in difficoltà e rincaro dei prezzi. E’ l’amaro bilancio, constatato dalle Acli Potenza, dopo l’emergenza gelo e neve che ha colpito recentemente il potentino. “In considerazione della gravità della situazione – spiega il presidente delle Acli di Potenza, Gennaro Napodano – non si può pensare di affrontare i problemi con gli strumenti ordinari, ma occorre attivare urgentemente interventi di tipo straordinario per sostenere le aree rurali messe in ginocchio dall’eccezionale ondata di freddo”. “La nostra organizzazione agricola Acli Terra sta effettuando un monitoraggio presso i propri associati sui danni provocati alle aziende lucane del settore primario – continua Napodano – e da una prima impressione possiamo dire che la situazione si presenta davvero preoccupante soprattutto nelle aree collinari e montane del potentino”. “Il black-out delle vie di comunicazione, che persiste in alcune zone particolarmente impervie, – ricorda ancora il presidente delle Acli potentine – e il gelo di questi ultimi giorni, hanno messo in ginocchio le campagne e praticamente azzerato la produzione, con gravi ripercussioni sul già non elevato tenore di vita dei piccoli imprenditori agricoli e zootecnici, tallonati dalle banche e dal fisco”. Ora, terminanta la fase più cuta dell’emergenza, le Acli di Potenza sollecitano “l’intervento delle istituzioni locali per affrontare e risolvere i gravi disagi che stanno subendo la aziende agricole e zootecniche della regione”. Infine, le Acli chiedono ulteriori interventi “per il rincaro ingiustificato dei prezzi dei prodotti agricoli” e invitano “ i Comuni a mettere in atto le opportune attività ispettive per arginare la speculazione”.

Potenza: Misure straordinarie contro danni da freddo
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR