Primo bando di Ricerca idee: in fase di realizzazione i 16 progetti finanziati

Mentre è stato appena lanciato il secondo Bando, sono già entrati nella fase operativa i progetti avviati nel mese di febbraio grazie a 200.000 euro provenienti da fondi 5×1000 e resi disponibili dal primo e precedente bando.

Nella provincia di Torino si fornisce sostegno alle famiglie che si trovano ad affrontare il problema dell’Alzheimer, a Treviso sono state assegnate borse lavoro a persone disagiate, a Perugia si sostengono le idee imprenditoriali dei giovani, mentre a Terni si vuole sperimentare una “Governante di condominio”.

Cosenza è impegnata nella costruzione di una rete di accoglienza oltre la solitudine, a Cremona l’impegno è concentrato sui rifugiati ed a Novara si realizzano attività che coinvolgono persone con disabilità.

A Frosinone con il progetto “Dedalo” è stato avviato un percorso di orientamento professionale per la fuoriuscita di giovani immigrati dai percorsi assistenziali, La Spezia con “Abbattere i bastioni” si sta attivando un’area di accoglienza, sostegno e gioco per i figli delle persone detenute nella casa circondariale.

Nella città di Pisa è stato avviato il progetto “Le opere e i giorni” a favore di soggetti svantaggiati attraverso un percorso di integrazione socio-lavorativa in agricoltura sociale, a Rimini “In arte” propone laboratori polivalenti di cultura ed espressività per detenuti, mentre a Roma l’iniziativa “Intergenerazionalità a sostegno della fragilità” si rivolge ad anziani in condizioni di disagio sociale.

A favore dei cittadini immigrati è il progetto “EmerAgency for migrant workers” nel quale sono impegnate le Acli della Sardegna, l’iniziativa in fase di realizzazione a Savona Sportello europeo” si propone di aprire una finestra sull’Europa in favore di aziende, associazioni, cooperative, enti pubblici, scuole e singoli cittadini, infine a Siracusa il progetto “Pane, amore e musicoterapia & Co” si rivolge a bambini e ragazzi che vivono in grave stato di abbandono e di degrado sociale.

Da questa lettura emerge un quadro di progetti innovativi sul tema del lavoro e del welfare, finanziati con il primo bando straordinario promosso dalle Acli, che coinvolge realtà diverse nelle regioni del nord, centro e sud e che ha permesso di avviare processi di coinvolgimento attivo delle categorie sociali deboli nella risposta ai bisogni ed alle aspettative del territorio.

I risultati positivi di questa esperienza hanno portato le Acli ad investire di nuovo nelle capacità progettuali ed operative dei territori e a lanciare un secondo bando straordinario per la ricerca di partner ed idee sul tema del contrasto a povertà e disuguaglianze e questa volta aperto non solo alle province Acli ma a tutti i circoli, tutte le associazioni, parrocchie e gruppi informali. 

Primo bando di Ricerca idee: in fase di realizzazione i 16 progetti finanziati
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR