Progetto per una nuova scuola

Il saggio della professoressa di lettere Paola Mastrocola rappresenta un’analisi impietosa e grave della situazione attuale della scuola italiana. L’intento polemico è chiaro fin dal titolo : Togliamo il disturbo. Dato che la società ci impone un modello culturale dove preparazione diventa sinonimo di nozionismo e ogni sforzo intellettuale assume valenza negativa, l’invito a togliere il disturbo è rivolto ai professori stessi…Le prime due parti del libro fotografano la scuola italiana e la preparazione dei giovani offrendone un’immagine drammatica, quasi senza via d’uscita.La scuola italiana, da un trentennio a questa parte, si è progressivamente trasformata da un luogo di fatiche, di studio e di crescita, a un luogo di inutile perdita di tempo, incapace di formare i giovani studenti. All’origine di tutto, secondo il duro giudizio dell’autrice, vi sono precise  scelte di indirizzo tendenti a smantellare il ruolo della scuola, per dare il colpo finale all’autonomia di pensiero e alla facoltà critica in questo nostro paese.

La terza parte è la vera anima del libro in cui la Mastrocola ci offre la sua personale via d’uscita.E’ importante capire la nostra “inclinazione”, per che cosa siamo nati, cosa vogliamo fare. La scuola ci deve fornire, nei primi anni dell’obbligo, le basi per capire se siamo nati per studiare o per fare un lavoro manuale o per fare i tecnici del computer. Una volta messi in grado di poter scegliere liberamente, le alternative dovrebbero essere tra tre differenti tipologie di scuola:1. Work-school: la scuola del lavoro pratico, manuale, artigianale o tecnico-operativo; per chi vuole subito imparare un mestiere2. Communication-school: la scuola della comunicazione, della Rete, delle relazioni, dei linguaggi multimediali; per chi vuole studiare cose subito utili, in uno stile visivo-esperienziale3. Knowledge-school: la scuola dello studio astratto, della speculazione teoretica; per chi vuole studiare in modo ricostruttivo-simbolico Questa gamma di possibilità potrebbe portare a una formazione superiore diversificata e piacevole per tutti; liberando inoltre la scuola da quel conformismo e quella superficialità che la stanno uccidendo.Segnalazione dal numero 9/2011 di Segn@libro

Progetto per una nuova scuola
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR