Quando il lavoro ha un indirizzo in tasca

Quando si parla di mobilità migratoria legata al lavoro la conoscenza del nuovo territorio è essenziale, sia per soddisfare i bisogni fondamentali, sia per rispondere ad altre esigenze che, sebbene meno immediate, attengono alla possibilità di attivare relazioni significative attraverso cui sviluppare nuove opportunità economiche e sociali.
Le opportunità che favoriscono la creazione di legami, conoscenza e fiducia reciproca fra italiani e stranieri, costituiscono una base importante per qualsiasi azione tesa all’integrazione lavorativa e all’inclusione sociale.
Formazione, mobilità assistita, integrazione, lavoro
Queste le parole chiave delle due sperimentazioni realizzate dal Patronato Acli e dalle Acli: “Dalla Moldova con indirizzo in tasca” e “Dall’Albania con indirizzo in tasca”, progetti di “Formazione all’estero nei paesi di origine dei flussi migratori verso l’Italia”, finanziato con il Fondo Europeo per l’Integrazione dei cittadini dei Paesi terzi 2007/2013 – Programma annuale 2011 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione Generale dell’Immigrazione e delle Politiche di Integrazione.
Questi due progetti hanno consentito di definire e sviluppare un modello di mobilità professionale “assistita” che prevede l’organizzazione di percorsi di formazione teorico-pratica di lingua italiana, orientamento civico e professionale svolti direttamente in Albania e in Moldova e un accompagnamento all’ingresso e al collocamento lavorativo in Italia.
Sono stati coinvolti 150 lavoratori occupabili in numerosi ambiti, con particolare riferimento ai servizi alla persona, ai servizi di cura, ai servizi per manutenzione impianti, al comparto turistico/alberghiero.
“Dalla Moldova con indirizzo in tasca” e “Dall’Albania con indirizzo in tasca” rappresentano un’opportunità sia per coloro che cercano lavoro, sia per coloro che lo offrono.
Possibilità per coloro che offrono lavoro
Conoscere e selezionare un lavoratore fra persone qualificate con certificazione per la lingua italiana, che conoscono la normativa in materia di sicurezza sul lavoro e che verranno aiutati nelle pratiche e nel percorso di inserimento lavorativo nella fase d’ingresso in Italia.
Possibilità per coloro che cercano lavoro
Assistenza e formazione nel percorso di inserimento lavorativo nel nostro Paese e, se selezionati, supporto nell’espletare le pratiche di assunzione nel rispetto delle norme vigenti in Italia.
 
Per informazioni e appuntamenti:  numero verde 800.74.00.44
Per cercare la sede di patronato Acli più vicina:www.patronato.acli.it.

Quando il lavoro ha un indirizzo in tasca
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR