Ragusa: conclusione del progetto “Rompete le righe”

Il prossimo 15 giugno, a partire dalle ore 9.30, presso la sala convegni della Provincia di Ragusa, si terrà il workshop dal titolo “L’inclusione sociale delle persone in stato di detenzione”, evento conclusivo del progetto “Rompete le righe” che rientra nella programmazione 2007/2013 del Fondo sociale europeo e coinvolge, tra i vari partner a livello territoriale, il Consorzio “La città solidale”, l’Enaip, il consorzio “Mestieri”, la Provincia di Ragusa, il Comune di Vittoria, il consorzio Multifidi, Cna, Coldiretti, AlterEgo consulting  e Euro development.
Obiettivi del progetto che ha riguardato le carceri di Ragusa e Modica e l’inserimento sociale attraverso il lavoro, per coloro che hanno già espiato la propria pena detentiva, sono: la ricerca delle prospettive di inserimento lavorativo, l’orientamento, la formazione (corsi che vanno dagli addetti alla cucina ai falegnami, dai pasticcieri agli addetti alle pulizie) e la work experience.
Le competenze acquisite durante il periodo di formazione dei soggetti coinvolti, verranno sperimentate successivamente nella fase di work esperience (circa 610 ore), le cui attività si svolgeranno in accordo con le aziende ospitanti.
Programma
Ore 09.30
Saluti istituzionali:
Provincia di Ragusa: Avv. Giovanni Scarso
Prefettura: S.e. il Prefetto dott.ssa Giovanna Cagliostro
Diocesi di Ragusa: Mons. Paolo Urso
Ore 10.00
Presentazione degli interventi regionali per l’inclusione sociale:
Dott. Pietro Fina:L’Avviso 2/2009 – Opportunità e obiettivi
Filippo Spadola: Il progetto Rompete le righe
Rosario Cavallo – Presidente Prov. Acli: La formazione professionale in favore delle persone in stato di detenzione.
Marcella Aiello – Eurodevelopment s.r.l.: L’azione di ricerca nel progetto Rompete le righe
Ore 11.00
Economia Carceraria e Sviluppo Sostenibile
Achille Tagliaferri – Acli nazionali: Il ruolo dell’Economia carceraria, fattore di occupazione, solidarietà, sviluppo e sicurezza sociale.
Consorzio La città Solidale: L’esperienza con la cassa delle ammende.
Ore 12.00
L’esperienza del progetto vista dalla parte dell’Amministrazione Penitenziaria
Dott.ssa Giovanna Maltese – direttrice della Casa circondariale di Modica: L’esperienza del progetto rompete le Righe nella Casa circondariale di Modica.
Dott. Mortillaro – Direttore della Casa ircondariale di Ragusa: La formazione e le w.e. nella Casa circondariale di Ragusa.
Dott.ssa Sara Ruggieri.: “Ri-costruire il legame di appartenenza sociale attraverso la qualificazione professionale”
Ore 12.30
Presentazione dei progetti regionali: Solidalia (Trapani, Palermo, Siracusa)
Dibattito e altri Interventi.
Ore 13.30
Chiusura del Convegno
 

Ragusa: conclusione del progetto “Rompete le righe”
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR