Riformiamo la finanza

Il 9 ottobre, dalle ore 18.00 alle ore 19.30, webinar, un seminario via web, organizzato dal dipartimento Lavoro-Economia per approfondire questo tema, che vedrà la partecipazione di Leonardo Becchetti. Ci si può iscrivere cliccando sul seguente indirizzo: https://attendee.gotowebinar.com/register/2819714415586049281


Cinque banche americane controllano il 90% dei derivati, che complessivamente rappresentano una ricchezza finanziaria superiore a 8 volte l’intera ricchezza prodotta in un anno con il lavoro. Basta questo esempio, unito al fatto che la riforma della finanza voluta da Obama per ridurre la propensione al rischio ancora è ferma al punto di partenza, per dirci quanto questa crisi sia anche, se non soprattutto, una crisi di sovranità dei cittadini e del lavoro.
Un testimone e protagonista del Concilio e delle battaglie con i poveri e per la pace, monsignor Luigi Bettazzi, descriveva già nello scorso secolo la globalizzazione selvaggia come “libera volpe in libero pollaio”.
Per ridurre la speculazione finanziaria, la campagna 005 (www.zerozerocinque.it), che promuoviamo insieme ad altre organizzazioni della società civile, sostiene l’applicazione della Tassa sulle transazioni finanziarie (0,05%). Con tale tassa, e più in generale con la riforma della finanza, sarà possibile, non solo liberare risorse per il lavoro e per difendere la dignità del lavoro, per  uno sviluppo sostenibile e per la lotta alla povertà, ma costruire una economia più stabile e consistente perché più responsabile.
É tempo di applicare regole che diano spazio a una finanza non irresponsabile e lungimirante, disciplinando il mercato dei derivati, separando le banche commerciali dalle banche d’affari (a tutela dei nostri risparmi), e aprendo una battaglia sociale contro l’evasione fiscale, l’economia criminale, i paradisi fiscali.
Per discutere e lanciare la raccolta firme europea il dipartimento Lavoro-Economia promuove un incontro seminario via web con Leonardo Becchetti, portavoce delle campagna.
Interverranno oltre al sottoscritto, Stefano Tassinari, il presidente nazionale, Gianni Bottalico e Paola Villa, membro di Presidenza e coordinatrice “Tavolo Soci di riferimento” di Banca Etica (che ci sta aiutando nella promozione di riunioni via web).

Riformiamo la finanza
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR