Rimborso farmaci a seguito di infortunio

Sono lavoratore dipendente, ho subito un intervento chirurgico a seguito di infortunio sul lavoro. Ho chiesto il rimborso dei farmaci all’Inail, ma me ne sono stati rimborsati solo alcuni. E’ giusto?

Premesso che senza alcuna indicazione dei farmaci non rimborsati è impossibile esprimere un parere con cognizione di causa, si osserva che proprio recentemente, con la circolare n.30 del 4 giugno 2014, l’Inail è tornata a trattare la questione, estendendo il diritto al rimborso dei farmaci.

L’allegato n.1 alla circolare ha predisposto un nuovo e più ampio elenco di specialità farmaceutiche rimborsabili, ed ha eliminato il collegamento dei farmaci a singole branche specialistiche, come previsto dal sistema precedentemente in vigore. Tale sistema prevedeva cinque branche specialistiche (chirurgia, ortopedia, oculistica, dermatologia, neurologia e psichiatria) e per ciascuna individuava le specialità farmaceutiche rimborsabili. Spesso il mancato rimborso derivava dalla mancata coincidenza tra branca specialistica e farmaco prescritto.

La circolare n.30 si applica, a prescindere dalla data dell’evento, alle richieste di rimborsi per farmaci prescritti e acquistati a partire dal 13 novembre 2012. Poichè la circolare prevede anche la possibilità di riprendere in esame domande di rimborso respinte a decorrere da tale data, consigliamo di far verificare il caso, oppure di presentare una nuova domanda utilizzando la nuova modulistica predisposta dall’Inail.

 

Per informazioni: www.patronato.acli.it

Rimborso farmaci a seguito di infortunio
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR