Ristrutturazioni e mobili detraibili nel 2015

Dovrei sostenere a febbraio delle spese di ristrutturazione per la mia abitazione principale. Mi pare di aver capito che il bonus fiscale sugli interventi edili sia stato prorogato fino al 31 dicembre 2015. La stessa cosa vale per la detrazione sull’acquisto di nuovi mobili?

L’ultima legge di Stabilità ha disposto la proroga fino al 31 dicembre 2015 sia per le detrazioni al 50 e 65% sugli interventi di ristrutturazione e riqualifica energetica, sia per il bonus mobili.

Ai fini del bonus ristrutturazioni è necessario conservare tutte le fatture e le ricevute fiscali comprovanti le spese sostenute e I pagamenti devono essere effettuati con bonifico bancario o postale da cui risultino:

causale del versamento: “Detrazione del 50% ai sensi dell’art. 16/bis del Dpr del 22 Dicembre 1986 n. 917 e successive modifiche”;

codice fiscale del beneficiario della detrazione;

codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.

Ai fini del bonus mobili invece, pur dovendo conservare le ricevute e le fatture comprovanti gli acquisti, il contribuente potrà comunque effettuare il pagamento anche attraverso carte di credito o carte di debito. In ogni modo, l’applicazione del 50% sui lavori effettuati in casa non dà la certezza di avere sempre e comunque l’ulteriore bonus fiscale sull’acquisto dei mobili/elettrodomestici, che è uno sconto vincolato necessariamente a determinate tipologie di intervento, vale a dire:

manutenzione ordinaria/straordinaria,

restauro e il risanamento conservativo,

ristrutturazione edilizia

ricostruzione o il ripristino dell’immobile a seguito di eventi calamitosi.

 

Per informazioni: www.caf.acli.it

Ristrutturazioni e mobili detraibili nel 2015
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR