Roma: Fiaccolata per le periferie

Una fiaccolata contro la violenza e per avviare un processo di recupero e riqualificazione delle periferie romane. L’ha organizza per il 4 dicembre un nutrito gruppo di associazioni tra cui le Acli di Roma. La fiaccolata si snoderà dal Colosseo al Campidoglio alle 18.00.

“L’inclusione non è un problema di sicurezza: è un problema sociale e come tale va trattato – spiegano gli organizzatori che oltre alle Acli includono Arci, Centro Astalli, Cgil, Cisl, Uil, Comunità di Sant’Egidio, Fondazione internazionale Di Liegro, Forum Terzo Settore, Libera e Social Pride. –  I fatti di Tor Sapienza – aggiungono – sono emblematici da questo punto di vista e rischiano di creare un precedente pericoloso. Viceversa, proprio il ruolo dello Stato e delle istituzioni va rafforzato, partendo dalla qualità dei servizi pubblici erogati. Le istituzioni devono dare una risposta immediata al disagio sociale delle periferie, coinvolgendo tutti i soggetti sociali in un’azione corale, la sola in grado di creare coesione”.

Per Lidia Borzì, presidente delle Acli di Roma “Occorre intensificare il lavoro che come Acli di Roma insieme a tante realtà sociali svolgiamo nel territorio per rafforzare quei legami comunitari cosi provati da una crisi non solo economica ma anche relazionale e valoriale. Da tempo avevamo espresso il timore che la situazione in cui versano le periferie degenerasse in una guerra fra poveri, come è successo a Tor Sapienza. Per uscire da questa situazione giunta al limite è necessario che la società civile si faccia parte attiva nell’instaurare tra tutti i soggetti coinvolti un rinnovato clima di dialogo. Solo così sarà possibile trovare una soluzione che nasca da un confronto pacifico e non dalla violenza”.

Roma: Fiaccolata per le periferie
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR