Secondo anno per il progetto “Di casa in casa” di Bergamo

Il Comune di Bonate Sotto (Bg), il circolo Acli, la parrocchia S. Cuore di Gesù e la cooperativa Aeper hanno deciso di rinnovare il progetto “Di casa in Casa”, per il quale saranno selezionati due giovani tra i 22 ed i 28 anni anche per il prossimo anno sociale.

Il progetto promuove il tema della cittadinanza giovanile su due fronti: come esperienza abitativa e di vita autonoma, e come servizio presso la comunità locale. Ai giovani sarà data la possibilità di vivere presso la Casa della carità della parrocchia di Bonate Sotto per un anno, e al posto del canone di locazione sarà loro richiesto di svolgere 10/12 ore settimanali di volontariato presso la comunità che li accoglie, oltre a un minimo contributo forfettario per la permanenza abitativa.

Le attività previste saranno concordate con i volontari in base ai loro impegni di studio e lavorativi ma hanno tutte forte ricaduta sulla comunità: si tratta di servizi in biblioteca, assistenza per i compiti degli alunni della scuola primaria e secondaria, assistenza nello spazio giovani, servizi per disabili, presenza in ludoteca e in oratorio, piccole manutenzioni.

Durante la durata del progetto, i giovani verranno supportati da una figura professionale della Cooperativa Aeper, che favorirà il loro inserimento nel territorio, li affiancherà nella gestione delle situazioni più delicate, li accompagnerà nella sperimentazione della vita in autonomia.

E’ possibile candidarsi fino a sabato 29 luglio. Per candidarsi inviare inviando il proprio curriculum e una lettera di referenze a Elisa Semperboni, assessore alle Politiche sociali, servizi alla persona e politiche giovanili di Bonate di Sotto. Email: elisasemp@gmail.com

Per ulteriori informazioni e approfondimenti contattare Barbara Rota: barbararota@aeper.it

I colloqui di svolgeranno entro la prima metà di settembre.

Secondo anno per il progetto “Di casa in casa” di Bergamo
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR