Senza sfratto, l’affitto non riscosso va dichiarato

Due anni fa ho dato in affitto una casa di mia proprietà. Per tutto il secondo semestre del 2013 non ho riscosso il canone di locazione per morosità dell’inquilino. Nel 730/2014 dovrò denunciare anche le mensilità non riscosse?

L’obbligo di dichiarare le mensilità dell’affitto non riscosse a causa della morosità degli inquilini dipende dalla presenza o meno di un procedimento di sfratto concluso da parte del giudice.

È stato infatti indicato nella Circolare ministeriale n. 150 del 1999 che “i redditi derivanti da contratti di locazione di immobili ad uso abitativo non concorrono alla formazione del reddito dal periodo d’imposta in cui si è concluso il procedimento giurisdizionale di convalida di sfratto per morosità del conduttore”.

Viceversa, qualora tale procedimento di sfratto non sia ancora divenuto effettivo, il locatore sarà comunque obbligato a dichiarare il canone annuo così come risulta dal contratto d’affitto, anche se di fatto non è stato percepito.

In buona sostanza, se il richiedente avrà concluso l’iter giurisdizionale della convalida di sfratto in una data compresa fra il luglio 2013 (cioè da quando ha iniziato a non percepire più il reddito da locazione) e la consegna della prossima dichiarazione dei redditi (730/2014) dovrà indicare soltanto le mensilità riscosse nei primi sei mesi del 2013, da gennaio a giugno, altrimenti dovrà dichiarare tutte e 12 le mensilità (comprese quelle non riscosse).

Per informazioni: www.caf.acli.it

Senza sfratto, l’affitto non riscosso va dichiarato
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR