Sicilia: I maggio di preghiera per il lavoro

Oltre 12 parrocchie hanno aderito all’appello delle Acli regionali della Sicilia per trasformare la festa del primo maggio, da un giorno “a rischio retorica”, in una giornata di preghiera, di libertà e legalità per rilanciare il lavoro e lo sviluppo nell’isola.

L’idea è quella di partire dal primo maggio per sconfiggere i mali dell’isola – mafia, burocrazia, disoccupazione, povertà diffusa e sistema clientelare – e scrivere “un progetto di impegno, un patto per lo sviluppo e il rilancio di una terra che può essere un punto di riferimento nel Mediterraneo e nell’Europa meridionale”

Anche nelle prossime settimane proseguirà l’impegno delle Acli siciliane per il lavoro: l’associazione ha infatti aderito alla campagna nazionale delle Acli “La forza del lavoro”.

Sicilia: I maggio di preghiera per il lavoro
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR