Sicilia: L’agroalimentare salverà il Sud

“In questo periodo di forte recessione per l’economia meridionale, occorre ripartire dal settore agroalimentare, unico settore in grado di determinare una crescita considerevole del Pil perché produttore di prodotti tipici di qualità ed erogatore di servizi e funzioni in sintonia con il territorio e le sue risorse”. Così Nicola Perricone, presidente Acli Terra Sicilia dopo la presentazione del rapporto Svimez 2013.

“Nel Meridione gli investimenti per l’industria sottolinea il presidente di Acli Terra Sicilia – si sono ridotti tra il 2007 e il 2013 di quasi il 47%, i consumi alimentari sono calati dell’11,3% e del 19,2% le spese per vestiario e calzature.

Per questo – prosegue – è necessaria una programmazione di medio periodo, che utilizzando al meglio le risorse della Pac, renda utile gli interventi finanziari. Formazione, impresa, innovazione e sociale sono gli elementi su cui basare le future politiche per il recupero della competitività e il rafforzamento dell’attività economica del Sud Italia”.

Sicilia: L’agroalimentare salverà il Sud
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR