Siena: Al via la campagna “L’Italia sono anch’io”

“Non prevedere un percorso rigoroso ma percorribile di concessione della cittadinanza rischia di dividere il paese tra cittadini di serie A e di serie B, uguali in tutti i doveri, ma diversi nei diritti”. Con queste parole il presidente delle Acli senesi, Francesco Rossi ha dato il via il 1° ottobre alla campagna “L’Italia sono anch’io” nella provincia di Siena. Oltre al motivo morale, “vi è poi una seconda motivazione  – ha detto ancora Rossi – il mancato allargamento della cittadinanza priva l’Italia, tra i paesi più anziani e con il più basso tasso di natalità, della possibilità di guardare al futuro con qualche ottimismo. Senza giovani non c’è tenuta, né nell’ambito della produttività, né nella sfera del welfare, dato che il sistema previdenziale è basato sulla continuità generazionale”.

La campagna – alla quale aderiscono anche le Acli – si propone di raccogliere le firme per due leggi di iniziativa popolare che riguardano i migranti presenti in Italia: il diritto di voto alle amministrative e la cittadinanza italiana per chi nasce in Italia.

Siena: Al via la campagna “L’Italia sono anch’io”
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR