Social Card. Saraceno: ‘Di grande interesse la proposta delle Acli’ (Repubblica)

“Appare di grande interesse la proposta – idealmente bipartisan – delle Acli, presentata in questi giorni, di sperimentazione di una Carta acquisti che copra, almeno in parte, la differenza tra soglia di povertà assoluta e reddito disponibile, tenendo conto del costo della vita nelle varie aree del paese”. La sociologa Chiara Saraceno, in un intervento sul quotidiano Repubblica, venerdì 18 febbraio, commenta la proposta delle Acli di un Piano contro la povertà assoluta, presentato al ministro del lavoro e del welfare Maurizio Sacconi.

“Titolare dell’erogazione – spiega Chiara Saraceno – sarebbe l’Inps. Come avvenne nella sperimentazione del RMI (Reddito Minimo di Inserimento, ndr), questa misura dovrebbe essere accompagnata da servizi di accompagnamento e integrazione sociale, sotto la responsabilità dei comuni singoli o associati e con la collaborazione sia dei Centri per l’impiego che delle varie associazioni di terzo settore che operano nel capo della inclusione sociale”.”Si può discutere – aggiunge la sociologa nel contesto di un servizio fortemente critico nei confronti della ‘vecchia’ social card e della sperimentazione prevista dal Milleproroghe – dell’immagine paternalistica sottostante lo strumento carta acquisti al posto dell’erogazione diretta di denaro. I poveri sono sempre soggetti al sospetto di essere incapaci di spendere bene il poco denaro che hanno. Tuttavia è apprezzabile un modello di politica di sostegno al reddito dei poveri a responsabilità pubblica, con criteri universalistici e non categoriali o discrezionali, che coinvolga tutti gli attori locali rilevanti, e che miri non ad erogare carità, ma a sviluppare competenze e diritti insieme a responsabilità”.

Social Card. Saraceno: ‘Di grande interesse la proposta delle Acli’ (Repubblica)
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR