Società sportive e progetti UsAcli

Vorrei sapere che ruolo hanno le società sportive all’interno dei progetti dell’Us Acli di cui sento spesso parlare.
Lavorare per progetti è una modalità ormai ampiamente sperimentata e diffusa nell’Us Acli. Per più di un motivo: fa crescere l’impegno di tutta l’associazione su temi di grande interesse legati alla pratica sportiva; crea opportunità di collaborazione e partenariato con soggetti del sistema sportivo, con le Acli, con il terzo settore, con gli Enti locali; promuove spazi e momenti di partecipazione sul territorio e del territorio.

I progetti sono promossi da bandi pubblici ministeriali, o derivano da opportunità locali come le leggi regionali, i piani territoriali, i programmi europei e delle Nazioni unite e così via.
La partecipazione a bandi progettati dalla sede nazionale – di solito indetti dal ministero del Lavoro, della salute e delle politiche sociali all’interno della legge 383/2000; dal ministero per le Politiche giovanili; dalla Comunità europea o dalla presidenza del Consiglio dei ministri – si basa sui comitati regionali che si candidano a questo o a quel progetto in base alle esperienze del proprio territorio realizzate con i soggetti indicati dal bando o proprio in base alla necessità di sviluppare queste esperienze.
Quando i bandi nascono da leggi territoriali, sono comunque i comitati Us locali che possono partecipare, individuando a chi affidare l’attuazione del progetto.
In un caso o nell’altro è il territorio con le sue società, i suoi circoli, i suoi punti di aggregazione a far vivere il progetto che, una volta terminata la fase di sperimentazione prevista dal bando, spesso si traduce in un nuovo servizio.

Società sportive e progetti UsAcli
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR