Svizzera: Sdegno per le offese alla Kyenge

“Insulti gratuiti, intolleranti e razzisti”. Così le Acli Svizzera definiscono le offese di Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato italiano, alla ministra Cecile Kyenge. Durante un comizio del 13 luglio, Calderoli ha infatti paragonato la ministra a un orango.Per le Acli svizzere, le parole del vicepresidente del Senato sono “un vero insulto allo spirito e alla lettera della Costituzione, che all’art. 3 afferma: Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche e di condizioni personali e sociali”.”L’offesa di Calderoli al ministro – commentano ancora le Acli svizzere – va ben oltre i limiti di una sana competitività e merita la riprovazione dei politici tutti e della società civile che opera perché a ogni persona, indistintamente, vengano riconosciuti dignità e rispetto”.Per le Acli elvetiche “L’esemplare dignità manifestata anche in questa occasione dal ministro Kyenge mette ancora più in luce la bassezza e la volgarità del senatore Calderoli”. Le sue parole, ultime di una serie di affermazioni e gesti di spirito razzista, “sono un ulteriore schiaffo alla politica che si vorrebbe operosa nella sua dignità e nel rispetto dell’avversario”. “Purtroppo il senatore Calderoli non è solo nell’alimentare il clima di odio, che deve essere bloccato e combattuto prima che degeneri totalmente. Questo episodio si aggiunge ai comportamenti di Borghezio, con le sue grossolane raffinatezze, e di Salvini, che arriva ad attaccare il Presidente della Repubblica Napolitano, senza dimenticare i cappi esposti a Pescara da Forza Nuova all’arrivo dello stesso ministro Kyenge”. “Lasciare correre e tollerare i reati di vilipendio della bandiera e di offese al Capo dello Stato e ai rappresentanti delle Istituzioni anche da parte di parlamentari – concludono le Acli svizzere –  contribuisce a distruggere l’immagine del Paese, suscitando disagio e vergogna anche nei cittadini italiani residenti all’estero”.

Svizzera: Sdegno per le offese alla Kyenge
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR