Trento: In Brasile centro nel Quilombona

Nasce, grazie all’intervento dell’Ipsia-Acli di Trento, un centro comunitario nel Quilombona, una regione del Nord Est del Brasile nello stato del Paraiba.

Presentato il 18 settembre 2014, il centro offre alla comunità nera – continuamente soggetta a minacce e pressioni – un luogo dove riunirsi e parlare dei problemi.

Con l’aiuto dell’Ipsia e dei fondi provenienti dal Trentino l’immobile è stato ultimato ed è già utilizzato per corsi di alfabetizzazione per adulti e corsi di sviluppo della capacità di produzione agricola.

La costruzione è iniziata tre anni fa, nel 2011, quando il missionario laico Luigi Zadra si è rivolto all’Ipsia per aiutare la comunità nera, discendente dagli primi schiavi provenienti dell’Africa.

I lavori che hanno coinvolto l’interna comunità, hanno anche creato unione e autostima negli abitanti e rafforzato il loro legame con il luogo.
Si tratta di una costruzione che si sviluppa su 110 metri quadrati e che include un salone con 150 posti, oltre ad una cucina, bagno e veranda.

Il costo dell’opera ammonta a circa 12.000 euro, 5.000 dei quali messi a disposizione dalla Provincia autonoma di Trento. A questi si sono aggiunte alcune risorse provenienti dalla Regione autonoma Trentino Alto Adige, e dalla Cassa rurale di Denno, paese natale del missionario.

Trento: In Brasile centro nel Quilombona
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR