Bottalico: attuare accordi di Minsk per la pace in Ucraina e in Europa

1.367.000 profughi interni, circa 900.000 nei Paesi limitrofi: questa, per ora, il risultato dei movimenti iniziati in autunno 2013 e culminati nei sanguinosi fatti dell’inizio 2014, ricordati come “Maydan”, la piazza centrale di Kiev in Ucraina.

Profughi che scappano dalle regioni del Sud Est del Paese sconvolte dalla guerra civile, che a Kiev definiscono “operazione terrorismo”.

“Al di là di ogni considerazione politica, bisogna constatare amaramente – dichiara Gianni Bottalico, presidente nazionale Acli in visita a Kiev – che ancora in Europa si torna alle armi causando sofferenze immense nelle popolazioni che si vedono costrette ad abbandonare le loro terre, le loro case, i loro lavori abituali”.

L’Ucraina, anch’essa attraversata da una crisi finanziaria, sta vivendo una vera e propria crisi umanitaria con questo movimento interno di popolazione che richiede assistenza psicologica, logistica, lavorativa, scolastica. La maggior parte dei profughi sono anziani e bambini e pertanto l’assistenza diviene più complessa.

“L’Ucraina è stata lasciata sola a gestire questa complessa situazione – afferma Bottalico – in cui e’ urgente una mediazione politica esterna in grado di ricondurre le parti a maggiore consapevolezza e alla ricostituzione del diritto internazionale, attuando gli accordi di Minsk”.

Purtroppo ormai questa crisi sembra dimenticata dall’informazione nazionale ed europea e ancor più dalla comunità internazionale.

L’incontro del presidente delle Acli con l’ombudsman dei diritti umani in Ucraina ha messo in luce da un lato lo storico coraggio degli ucraini nell’affrontare le situazioni complesse ma anche, dall’altro, a saper difendere la propria terra e il diritto all’autodeterminazione anche con il sacrificio estremo della vita.

“Come Acli – sottolinea Bottalico – faremo quanto è nelle nostre capacità e forze perché non si dimentichi questo Paese. Lo dobbiamo alle tante cittadine ucraine che in Italia dedicano il loro lavoro alle nostre famiglie”.

Bottalico: attuare accordi di Minsk per la pace in Ucraina e in Europa
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR