Varese: Quattro giornate con i Rom

In un clima sempre più intollerante nei confronti di chi vive in maniera “diversa” da noi, le Acli provinciali di Varese e di Gallarate, in collaborazione con numerose associazioni del territorio, hanno organizzato dal 2 al 7 maggio, “Rom e Sinti… vivere ai margini”, una settimana di incontri, giochi e tornei per far conoscere più da vicino queste popolazioni.«Il primo passo verso una “ Integrazione senza assimilazione” – spiegano gli organizzatori – è la conoscenza reciproca, per combattere stereotipi e pregiudizi, che scopriremo essere clamorosamente falsi».“Rom e Sinti… vivere ai margini” si inserisce nella campagna “La cultura genera appetito” promossa da due anni dalle Acli di Varese per favorire l’integrazione e l’incontro tra culture diverse.

Le attività previste sono:- Lunedì 2 maggio alle ore 21.00: proiezione del film di Silvio Soldini “Un’anima divisa in due” presso la sede Acli di Gallarate;- Mercoledì 4 maggio alle ore 16.00: “Open day” Enaip Lombardia e Scuola Eda, presso il campo Sinti di Gallarate;- Giovedì 5 maggio alle ore 21.00: sempre nelle sede Acli di Gallarate, presentazione del libro “I Rom e l’azione pubblica” di Giorgio Bezzecchi e Maurizio Pagani; a seguire l’illustrazione del progetto “Sartoria Traivè” a cura della Caritas Ambrosiana;- Sabato 7 maggio alle ore 14.30: mini torneo di calcetto al campo dell’Oratorio di Cedrate.In Italia, secondo i dati racconti da uno studio conoscitivo del Parlamento italiano, la percentuale di Rom, Sinti e Camminanti si stima che sia dello 0.2%,  una delle più basse d’Europa. Molti di loro, quasi il 60%, ha la cittadinanza italiana.«Vogliamo ricordare a chi urla “mandiamoli a casa loro” – ricordano le Acli di Varese – che la maggioranza di Rom e Sinti presenti sul nostro territorio ha la cittadinanza italiana e quindi sono già a casa loro!».

Varese: Quattro giornate con i Rom
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR