Varese: Troppa fretta nell’adozione del Piano di governo del territorio

5 ottobre 2010 – “Troppa fretta sul futuro della nostra città!”: lo denunciano alcune associazioni varesine tra le quali le Acli Gallarate (Va), Legambiente e il Comitato per la salvaguardia della città.Con un comunicato le associazioni chiedono di “Rinviare la fase di adozione del Piano di governo del territorio a un momento successivo a un autentico confronto pubblico con i cittadini e le associazioni, nei luoghi e nei tempi e orari che consentano la reale presenza e partecipazione”.Lo scorso 14 luglio l’amministrazione comunale di Gallarate aveva infatti sollecitato “la partecipazione di operatori e associazioni richiedendo pareri sulla bozza di Piano di governo del territorio”, pareri che andavano presentati entro i primi giorni di settembre.

Tuttavia, denunciano le associazioni “Le osservazioni, valutazioni e proposte presentate dalle associazioni in materia di dotazione di servizi; edilizia residenziale pubblica; salvaguardia e valorizzazione ambientale; salvaguardia del corridoio ecologico a sud della strada statale 336, previsione del nuovo polo ospedaliero unico Gallarate Busto Arsizio; tutela dei beni storici e architettonici; riqualificazione dei quartieri e centri storici secondari degradati e luoghi di culto” non sono state prese in considerazione, “e non si hanno risposte che evidenzino, un loro anche parziale recepimento nei documenti e nelle cartografie di piano o che esplicitino motivazioni negative al loro recepimento. Non sono stati dati e previsti luoghi e momenti di adeguato confronto e approfondimento pubblico”.Infine c’è una nota sul metodo: “L’Amministrazione comunale intenderebbe ora procedere all’adozione del Pgt nonostante il parere contrario di tre circoscrizioni su cinque (!). Sono stati inoltre espressi pareri critici da parte di amministrazioni dei comuni confinanti (in particolare Busto Arsizio) riguardo l’assetto della viabilità e le  ricadute sui propri territori”.“La nostra città – concludono i firmatari dell’appello – ha un territorio fragile, di difficile equilibrio, caratterizzato dalla saturazione degli spazi, dall’alta densità abitativa e infrastrutturale, da altissimi volumi di traffico, da esigenze sociali e locali complesse. Il futuro della città è di tutti i cittadini e non può essere deciso con una partecipazione di facciata e con la fretta amministrativa”.

Varese: Troppa fretta nell’adozione del Piano di governo del territorio
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR