Vedo sento parlo: una foto contro le mafie

Ipsia e i resposabili di Terre e Libertà aderiscono e sostengono la Campagna “Vedo Sento Parlo” per dimostrare l’appoggio della società civile al Campo di Giustizia sociale che l’Associazione Movi Veneto organizzerà a Campolongo Maggiore (Ve) tra il 27 luglio e il 3 agosto. Il campo è organizzato sui terreni confiscati alla Mala del Brenta: organizzazione mafiosa attiva negli ’70/’80 in Veneto.
Per tutelare l’attività è molto importante rendere visibile e tangibile il supporto dei cittadini a questo tipo di iniziative. In concreto, per sostenere la campagna basta inviare una fotografia con la scritta “Vedo sento parlo”, accompagnata da nome, cognome e professione/attività della persona che sostiene l’iniziativa. La fotografia verrà caricata in una pagina di Picasa dedicata alle attività di gestione del campo.
A questo link http://bioresistenze.wordpress.com/campolongo-di-giustizia-sociale/vedosentoparlo/ si trova la descrizione dell’attività.
La campagna trova spazio all’interno di un più ampio progetto chiamato bioresistenze (www.bioresistenze.org) promosso dall’associazione Movimento volontariato italiano del Veneto in collaborazione con la Confederazione Italiana Agricoltori, progetto che Ipsia appoggia e sostiene.

Vedo sento parlo: una foto contro le mafie
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR