Venite e vedrete

Gesù si lascia incontrare ed accoglie chiunque lo cerca.

C’è sempre qualcuno che ci introduce nella novità di Dio che passa, qualcuno che ci è educatore per un qualche aspetto nella vita, ma che è capace di lasciarci andare dietro al vero maestro: Gesù. Egli è l’agnello di Dio. Già questa indicazione ci dice molto di chi è: uno mansueto, nonviolento, che segue la voce del pastore/Padre, e che instaura un dialogo con i suoi discepoli per aiutarli a discernere il desiderio vero del loro cuore: «Che cosa cercate?». Se l’uomo non conosce il proprio desiderio non può trovare ciò che cerca e il Signore ci aiuta anche in questo.

L’uomo vuole sapere dove poter trovare Gesù, dove dimora, dove ha piantato la sua tenda, dove ha costruito legami nella storia con un una comunità.

Gesù non si sottrae a questa richiesta di farsi conoscere, perché lui – in ultima analisi – dimora con il Padre, da cui riceve lo Spirito che lo fa abitare nella storia degli uomini secondo lo stile dell’amore.

Rimanere con Gesù vuol dire rimanere con l’amore di Dio che si fa parola di gioia da comunicare al fratello, perché si è finalmente fatta esperienza che il desiderio di vita buona si può realizzare.

Quando ciò accade si invitano altri a partecipare a questa gioia che viene dal desiderio di vita riconosciuto e reso attuale dall’incontro con Gesù.

Gesù, incontrandoci, pronuncia il nostro vero nome, quello che ci guida al compimento della nostra vita.

 

18 gennaio 2015 – II Domenica tempo ordinario – Anno B

Giovanni 1,35-42

In quel tempo, 35 Giovanni stava con due dei suoi discepoli 36 e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: «Ecco l’agnello di Dio!». 37 E i suoi due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù. 38 Gesù allora si voltò e, osservando che essi lo seguivano, disse loro: «Che cosa cercate?». Gli risposero: «Rabbi – che, tradotto, significa maestro -, dove dimori?». 39 Disse loro: «Venite e vedrete». Andarono dunque e videro dove egli dimorava e quel giorno rimasero con lui: erano circa le quattro del pomeriggio.

40 Uno dei due che avevano udito le parole di Giovanni e lo avevano seguito, era Andrea, fratello di Simon Pietro. 41 Egli incontrò per primo suo fratello Simone e gli disse: «Abbiamo trovato il Messia» – che si traduce Cristo – 42 e lo condusse da Gesù. Fissando lo sguardo su di lui, Gesù disse: «Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; sarai chiamato Cefa», che significa Pietro.

 

Leggi tutto nel documento allegato

 

Venite e vedrete
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR