Voi mi sarete testimoni

Definire Dionigi Tettamanzi non è facile” scrive l’autore Aldo Maria Valli in questo suo nuovo libro sul cammino missionario dell’Arcivescovo di Milano. “Intervistandolo ho letto sul suo viso un misto di diffidenza, sopportazione, compiacimento, autoironia. Sua Eminenza appare certamente bonario, ma definirlo semplicemente ‘buono’ non gli rende giustizia e soprattutto non risponde al vero…”.

Lo sguardo acuto del cronista segue ogni mossa del vescovo, analizzandone le omelie, gli scritti, le prese di posizione che si inscrivono sempre in un personale tentativo di sposare la teologia alla pastorale, la teoria all’azione. Nei suoi interventi Tettamanzi richiama spesso la necessità di tornare ai fondamenti dottrinali della Chiesa cattolica, che devono essere in grado però di confrontarsi con le richieste del mondo attuale. Il Cardinale non ha mai perso occasione per dare sferzate alla città in cui è stato chiamato come vescovo ma senza perdere i toni del buon pastore che sa osservare i bisogni e cerca di tendere una mano. Nonostante le critiche, anche aspre, suscitate dai suoi interventi, Tettamanzi non si ferma alle parole. Lo dimostra a fine del 2008: nel pieno della crisi mondiale quando istituisce un fondo di solidarietà destinato alle famiglie di chi ha perso il posto di lavoro.
Ed è la convinzione che il messaggio cristiano continui a incidere sulla realtà circostante a spingere l’Arcivescovo verso posizioni che fanno discutere su questioni come il lavoro, l’immigrazione, la finanza, l’eutanasia, l’informazione, il dialogo con le altre confessioni non cattoliche, con l’Islam e l’ebraismo.
 
Voi mi sarete testimoni
di Aldo Maria Valli
Rizzoli – Milano 2009
pp. 210 – 11,00 euro

Voi mi sarete testimoni
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR