Violenza di genere, le Acli di Pisa alle generazioni future

In Italia, uno o più uomini hanno esercitato violenza fisica o sessuale nell’arco della vita di 6.788.000 donne.

La violenza di genere non è soltanto grave e riconosciuta violazione dei diritti umani; non è soltanto violenza fisica o psicologica che nasce da un deviato processo di reificazione e subordinazione del genere femminile, ma è soprattutto una questione sociologica che segna il discrimine evolutivo di una comunità.

Ecco perché è necessario costruire insieme un riferimento per discutere e sensibilizzare soprattutto le giovani generazioni sul tema.

Il 13 aprile, al centro artistico culturale di San Pierino in Cisanello, insieme con Elena Pampana, Responsabile Regionale Acli Toscana coordinamento donne, con i volontari dell’associazione ‘Oltretutto’, con Sandra Berberini, psicologa-psicoterapeuta, con gli avvocati Milvia Pasquinelli e Giuseppina Indelicato, con Giovanni Andreuccetti, presidente dell’associazione ‘Itaca’ moderati dal giornalista Luca Lunedì, si discuterà del tema e di come raggiungere il target dei giovani italiani.

Violenza di genere, le Acli di Pisa alle generazioni future
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR